Loading...

Coronavirus, primo decesso in Lombardia: 'Anziana positiva al test, cause morte ancora da chiarire'

  • 🎬 Video
  • ℹ️ Description
"Il 20 febbraio è stata rinvenuta al proprio domicilio una signora di 77 anni deceduta. Aveva una serie di patologie. A questa persona post mortem è stato fatto un tampone ed è risultato positivo. Ad oggi in attesa dell'autopsia non possiamo dire se è morta a causa del coronavirus o se aveva il coronavirus ed è morta per altre ragioni", così l'assessore al Welfare della Regione Lombardia Giulio Gallera, nella conferenza stampa convocata a Milano, alla Regione Lombardia. .Di Edoardo Bianchi

Download — Coronavirus, primo decesso in Lombardia: 'Anziana positiva al test, cause morte ancora da chiarire'

Download video
💬 Comments on the video
Author

AGGIORNAMENTO, La signora aveva mangiato del riso in bianco 2 giorni prima del decesso: da chiarire se il riso causi invecchiamento e morte...

Author — Pietro Bozzetto

Author

settimana scorsa 200 persone sono morte per influenza, muore una persona anziana con 6000 patologie di coronavirus, eh allora no dobbiamo spaventarci allarmismi ovunque, capisco che non bisogna sottovalutare questa cosa ma cazzo neanche da creare cosi panico

Author — Minecraft animations

Author

Circa 9500 morti per incidenti stradali in Cina e oltre 56000 feriti nel 2019...
È chiaro che si deve agire per tutelare la salute dei Cittadini, ma a me pare che si stia facendo del terrorismo mediatico, come al solito i media cavalcano l'onda dell'allarmismo e così facendo provocano più danni del virus.

Author — Paolo Aman

Author

La polmonite in Italia fa molti più morti di 2019-nCoV (Coronavirus)
Se invece contiamo il numero di morti causati dalle ‘malattie croniche delle basse vie respiratorie’, allora i morti (solo in Italia nel 2017) sono 25.823, ovvero 2.152 morti al mese di cui mai si parla.
Questi ancora una volta i dati forniti dall’Istat e consultabili liberamente dal web, da chiunque.
La paura cresce e i casi di intolleranza vengono sostenuti anche da responsabili della politica come le cronache di questi giorni ed ore ci raccontano.
Il bollettino quotidiano degli infetti e dei morti è un rispolvero degli articoli-bollettini di guerra da prima e seconda guerra mondiale.

 Perché la comunità cinese oggi è considerata come capro espiratorio su cui si può sfogarsi? Si può giustificare gli episodi intolleranza che si sono verificati contro i cittadini di origine cinese con la paura irrazionale o si tratta semplicemente di un alibi per chi ce l’ha con i cinesi?
L’allarmismo per il coronavirus è completamente fuori controllo o si può ancora fare qualcosa per fermare o almeno gestire questa onda di diffidenza? È possibile cancellare dalla mente degli italiani l’associazione automatica virus-persona di origine cinese? 

In questa situazione di paura anche i media senz’altro giocano un ruolo importante - l’informazione può essere utile solo se è basata sui fatti veri perché in qualche modo razionalizza le cose. Invece l’informazione amplificata e falsa ovviamente può lasciare spazio a dei dubbi e quindi creare ulteriori paure.

Author — Putin Vladimir

Author

L'Influenza ci mette alle corde. MA ANDATE A CAHARE VA'! I giornalai che ne parlano a cazzo e i politici che ci fanno campagna elettorale.

Author — Kronikosklerato

Author

Sapete cosa mi fa più paura?
La falsa informazione sinceramente..

Author — Giulia

Author

Non è così al Sacco molti molti molti di più

Author — Teresa Papavero

Author

Cina 1.200.000.000 abitanti
Speranza vita 66 anni
Morti normali giornaliere 50.000
Coronavirus in azione da un mese circa
Morti cinesi in un mese 1.500.000
Morti coronavirus 2.500
Eta' dei morti 66 anni
Italia un decesso
Eta' 77 anni
Speranza vita italia 76 anni
Ma e' una presa per i fondelli? Perche' a me pare tutto normale...

Author — Antonio Tempesta

Author

La lista di tutti i passeggeri che da novembre....almeno è ciò che la Cina ha detto di sapere... sono transitati è arrivati qui in Europa....spero che ci sia stata anche qui una ricerca dei possibili “contagiati”,
Nota polemica....Marco Polo già secoli fà disse a questi mao mao che l’igiene era ai minimi termini...a distanza di secoli non hanno ancora capito che macelleria all’aperto...o animali che vengono mangiati allegramente senza controlli...piuttosto che fogne a cielo....è un ricettacolo d8 virus e batteri....Sars insegna...

Author — Virabadrasana Namaste

Author

Coronavirus, dopo parole di Burioni la direttrice del Sacco cancella i post: “Stanca e disgustata”

Maria Rita Gismondo, direttore del laboratorio dell'ospedale Sacco di Milano dove vengono analizzati i campioni di possibili casi di Coronavirus Covid-19, ha fatto dietrofront dopo la querelle con il virologo Burioni, cancellando tutti i post su Facebook in cui aveva detto che "si è scambiata un'infezione appena più seria di un'influenza per una pandemia letale". Ha poi aggiunto: "Sono stanca e disgustata. Non posso permettermi di sprecare tempo".

Alla fine ha dovuto cancellare i post pubblicati sul suo profilo Facebook in cui dichiarava che in Italia si stava scambiando "una influenza per una pandemia globale". Maria Rita Gismondo, direttore responsabile di microbiologia Clinica, Virologia e Diagnostica Bioemergenza, il laboratorio dell'ospedale Sacco di Milano dove vengono analizzati i campioni di possibili casi di Coronavirus Covid-19 in Italia, ha fatto dietrofront dopo che il virologo Roberto Burioni l'aveva accusata di aver detto "una gigantesca scemenza, i numeri dicono altro". Una querelle che ha tenuto banco sui social e non per tutta la giornata di ieri, mentre il numero dei contagiati nel nostro paese continuava a crescere di ora in ora. Gismondo, oltre a rimuovere i messaggi in cui riportava proprio i numeri dell'emergenza, definendo una "follia che farà male" psicosi scoppiata in Italia, ha anche detto di essere "stanca e disgustata".

Il dietrofront di Gismondo: "Scusate sono stanca e disgustata"

Sempre Gismondo ha infatti pubblicato una serie di post in cui ha provato a spiegare la sua situazione: "Sono stanca e disgustata – è il messaggio lasciato su Facebook questa mattina intorno alle 9 -. Il mio lavoro non è curare un profilo Fb ma la salute della gente. Non seguirò né risponderò a commenti. Lascio ad altri questo hobby. Non posso permettermi di sprecare tempo. Il concetto rimane lo stesso. Anzi che seguire diatribe seguite i siti ufficiali di OMS e Ministero. La calma è l'educazione sono i migliori condimenti". Poco prima aveva sottolineato: Mi tocca brevemente chiarire perchè non credevo di scatenare il delirio: pubblico solo e sempre dati OMS o Ministero Salute; le mie osservazioni vogliono solo essere e rimanere scientifiche; le misure governative non mi competono e, nel particolare, allo scopo di tranquillizzare la gente che ormai è nel panico, il nostro governo sta procedendo molto bene; adoro le critiche se in tono educato e costruttivo, detesto toni offensivi, soprattutto da colleghi dai quali mi aspetterei consigli e confronti costruttivi e per il bene della gente; continuerò a divulgare dati scientifici. Ho dedicato una vita alla ricerca ed alla salute della gente, non mi fermerà nessuno". Tanti i commenti lasciati sotto i post: "Ma a lei i numeri e la matematica fanno schifo? I numeri dicono quale sia la mortalità dell'influenza e la contagiosità", ha scritto un utente;" Se il post è stato cancellato significa che era sbagliato. Sarebbe stato corretto dire: scusate, ho scritto una cazzata", ha scritto un altro.

Coronavirus, la querelle Burioni-Gismondo sui contagi

Ad aprire la querelle sui numeri del contagio da Coronavirus in Italia era stata proprio Maria Rita Gismondo, direttore responsabile di microbiologia Clinica, Virologia e Diagnostica Bioemergenza dell'ospedale Sacco di Milano. "Mio bollettino del mattino. Il nostro laboratorio ha sfornato esami tutta la notte. In continuazione arrivano campioni. A me sembra una follia. Si è scambiata un'infezione appena più seria di un'influenza per una pandemia letale. Non è così. Guardate i numeri. Questa follia farà molto male, soprattutto dal punto di vista economico. I miei angeli sono stremati. Corro a portar loro la colazione. Oggi la mia domenica sarà al Sacco. Vi prego, abbassate i toni! Serena domenica!", si legge in uno dei post che l'esperta aveva pubblicato nel corso della giornata di ieri, domenica 23 febbraio. A lei ha risposto immediatamente Roberto Burioni, il virologo che da giorni è presente in tv per spiegare l'evoluzione della situazione Coronavirus in Italia. "Attenzione a chi, superficialmente, dà informazioni completamente sbagliate. Leggete i numeri", aveva avvertito, aggiungendo: "Mai allarmismi, ma neanche si possono trattare i cittadini come bambini di 5 anni. Qualcuno, da tempo, ripete una scemenza di dimensioni gigantesche: la malattia causata dal Coronavirus sarebbe poco più di un’influenza. Ebbene, questo purtroppo non è vero”.

Coronavirus in Italia: cosa ha detto Ilaria Capua

Mentre il numero dei contagi da Coronavirus continua a salire in Italia, sfondando quota 160,  su Fanpage.it la virologa Ilaria Capua, attualmente in California, aveva messo in guardia dal possibile aumento di casi positivi al nuovo virus. “Chiamiamo le cose con il loro nome – ha scritto – questa che stiamo vivendo oggi, con sedici casi finora accertati in un giorno solo, è un’emergenza sanitaria che possiamo chiamare sindrome influenzale da Coronavirus. Influenzale, già. Perché questa infezione provoca nella stragrande maggioranza dei casi sintomi molto lievi e solo in pochi casi provoca effetti gravi. Esattamente come ogni normale influenza”.

Author — constantin furmuzache

Author

Ragazzi la malattia è molto pericolosa solo per anziani, e persone con patologie croniche. Bisogna fare attenzione per non esporre troppo i nostri anziani e i nostri malati a questo virus che per loro sarebbe letale, ma per le persone sane viene curata senza problemi

Author — Daniele Cara

Author

Il nesso di Causalità, non di Casualità.
Titolone Clickbait.

Author — Luca Conti

Author

Governo a casa ha sottovalutato la situazione ha ragione salvini

Author — Lady Son goku

Author

Vogliono rovinare la Cina. Acquisto ultimanente e vendo Smartphone cinesi Xiaomi/Redmi e a 400€ top di gama (e OVVIO chi lo fa apposta per rovinare il market cinese)

Author — James Murano

Author

Allora ognuno libero da pensarla come vuole, e come si sa anche per influenze normali alcune persone muoiono, ma cercar da arginare questo virus non mi sembra poi così stupida la cosa. Se in Cina per questo virus hanno costruito ospedali non è una cosa innocua.

Author — Anselmo Frigerio

Author

E x fortuna che all'esordio avete dichiarato che era tutto sotto controllo!! Siete fortunati che ho finito gli aggettivi x definire ciò che siete.. Maledetti bastardi!!!!

Author — Enzo Vecchi

Author

Non capisco perché i giornali debbano allarmare inutilmente tutte le persone pubblicando questi avvenimenti.
Se le cause della morte non sono chiare perché dovete scrivere coronavirus, primo decesso in Lombardia?

Author — Emilio Gagliardi

Author

Ma siete tutti deficienti??!! Ma quanti morti di altri virus ci sono oggi in italia/europa/mondo??? 🤡🤡🤡🤡🤡🤡🤡🤡🤡🤡🤡

Author — James Murano

Author

Il titolo lascia intendere una cosa poi nel video parlano del nulla.

Ogni anno in Italia muoiono 78.000 persone per infezioni antibiotico-resistenti, trasmesse per lo più durante ricoveri ospedalieri (piccolo estratto di una comunicazione Ansa del 2018).

Se in qualsiasi periodo dell'anno volessero tirare fuori un'epidemia di massa, avrebbero solo l'imbarazzo della scelta.
Per fortuna, noto da molti commenti che sempre più gente non crede più a priori ai media ma si da anche delle risposte diverse.

Author — Elisabetta Gallo

Author

Non devi mangiare il restorante di cinese...bisogno molto attenti a tutti ...

Author — Rossana Aquino