Loading...

Noi pensionati in Tunisia per vivere dignitosamente

  • 🎬 Video
  • ℹ️ Description
I pensionati italiani che vivono all'estero sono quasi 500 mila e i loro assegni costano alle casse dell'INPS oltre 1 miliardo di euro l'anno. Per questo il presidente Tito Boeri oggi propone di decurtato i loro assegni della parte nn contributiva, quella cioè che non deriva dai contributi versati. (Cristina Scanu)

Download — Noi pensionati in Tunisia per vivere dignitosamente

Download video
💬 Comments on the video
Author

Me lo aspettavo che questi comunisti bolscevichi si rifacessero sui pensionati all' estero. Ch Dio li maledica

Author — Giovanni La Perna

Author

Vergognatevi! Gente che ha lavorato una vita costretta a scappare dal proprio paese per avere una vecchiaia dignitosa.
Questi lavorano 3 anni e si garantiscono il vitalizio... comodo fare i conti con il futuro assicurato

Author — oT To

Author

E ALLORA I POLITICI E I SINDACALISTI CHE VANNO IN PENSIONE SOLO CON LA QUOTA RETRIBUTIVA ?
A LORO È TUTTO PERMESSO !!

Author — Giovanni Mennini

Author

Politici infami bastardi ! Tiriamo fuori i coglioni e organizziamoci al posto che pagare e basta !

Author — giuseppe1634

Author

Per evitare che questi pensionati portino all'estero la pensione lorda caro Boeri ( ma cosa ti è servita frequentare la Bocconi) perché non riduci le tasse almeno ai pensionati così non portano risorse all'estero ? Sveglia!

Author — mario calore

Author

Prima o poi i barconi faranno il tragitto opposto...

Author — Giuseppe Giuseppe

Author

vergognatevi i soldi della pensione sono guadagnati e non possono essere toccati

Author — massimo alessi

Author

Italia altro che bel paese, il bel paese è per loro i politici.

Author — Duke Fleed

Author

io propongo di mandarci tutti i politici e i manager pubblici e dei vari ministeri decurtandogli un terzo dello stipendio che rubano

Author — Giovanni Irilli

Author

decurtatevi voi i vostri vitalizi bastardi, , magnaccioni avete scaldato un poco la sedia e vi ritrovate pensioni d'oro, la verita e che siamo un paese di pecoroni, , abbassiamo la testa, guardate in Francia per aver cercato di portare la pensione da 62 a 64 anni hanno fatto 38 giorni di miei tempi si lottava, ora si lotta solo contro il popolo e te lo vogliono far passare come una forte necessita senno domani moriamo tutti, ma loro non si tolgono di un euro, , , , affanculo, ,,i soldi della pensione sono i nostri soldi accumulati e che ci ridate un poco al mese, ma se disgraziatamente tutti e due i coniugi muoiono col cavolo che i soldi restanti li date agli

Author — ITA LIANO

Author

Giu' le mani dai soldi di onesti lavoratori!

Author — Vittorio Sansone

Author

Mi dicono che tutti gli italiani che si sono traferiti all'estero dell'Italia rimpiangono una sola cosa; Equitalia adesso Agenzia delle Entrate .... e molti tornano in Italia perché il non ricevere le ormai famose lettere firmate Agenzia delle Entrate è troppo ma troppo triste!

Author — charles soriano

Author

Mo vanno in giro per il mondo a vantarsi che abbiamo la migliore legislazione europea ma la gente deve fuggire x vivere

Author — Giorgio Giorgio

Author

Vi ritrovate in questa situazione di dover espatriare perchè avete sempre votato i soliti politici merdosi ladri ingordi infami collusi bugiardi mafiosi...

Author — Attila-54

Author

vivere in questo paese di sciacalli disgraziati e’ impossibile

Author — Marco Messala Seferihisar

Author

Attenzione inps non tirare troppo la corda che se si rompe poi son guai

Author — Angelo Giusti

Author

Peró il problema della tunisia è che trattano il proprio popolo una merda e gli europei benissimo

Author — Goal Channel

Author

NON TOCCATE I PRIVILEGI DI POLITICI, AD INCOMPETENTI CON PLURIINCARICHI, AMICI, AMICI DEGLI A CACCIA DEI PIU DEBOLI LA FILOSOFIA DI M DI DELINQUENTI

Author — Valter Ielacqua

Author

"BELLINA" all'inps non costa un cazzo QUELLI SONO SOLDI NOSTRI RICCAMENTE VERSATI A QUESTI LADRI DI MERDA RICORDALO

Author — Ezio Martini

Author

L'italia oramai è sottomessa all'Europa.

Author — Francesco Nesci